doocenti.it

COME DIVENTARE INSEGNATE DI RELIGIONE

Per capire come diventare insegnante di religione, bisogna fare riferimento alle due intese che furono stipulate il 28 giugno del 2012 tra l’allora Ministro dell’Istruzione Francesco Profumo e il Cardinale Angelo Bagnasco, Presidente della CEI (Conferenza Episcopale Italiana). Sostanzialmente l’accordo andava a modificare quello precedente del  14 dicembre 1985 per l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole.

Sostanzialmente a partire da quest’anno scolastico le cose cambiano, perché solo i docenti laureati potranno insegnare la religione cattolica, infatti, la modifica apportata riguarda proprio i titoli necessari per poter insegnare.

Come diventare insegnante di religione nelle scuole secondarie di primo e secondo grado

Visto che l’accordo è entrato in vigore proprio da quest’anno, è giusto chiedersi come diventare insegnare di religione nel 2017 o come insegnare religione cattolica oggi. Bisogna essere in possesso dei titoli accademici di baccalaureato (primo titolo di studio delle Università Pontificie), Licenza o Dottorato in teologia o in altre discipline ecclesiastiche oppure il conseguimento di una laurea magistrale in scienze religiose secondo il nuovo ordinamento’.

Nello specifico, riportando il testo dell’intesa, ecco come diventare insegnante di religione nelle scuole secondarie di primo e secondo grado:

  • titolo accademico (baccalaureato, licenza o dottorato) in teologia o nelle altre discipline ecclesiastiche, conferito da una facoltà approvata dalla Santa Sede;
  • attestato di compimento del regolare corso di studi teologici in un seminario maggiore;
  • laurea magistrale in scienze religiose conseguita presso un istituto superiore di scienze religiose approvato dalla Santa Sede.

Come diventare insegnante nella scuola dell’infanzia e nella primaria

Insegnare religione nella scuola primaria i requisiti richiesto sono:

  • uno dei titoli di qualificazione citati nel primo paragrafo;
  • da sacerdoti, diaconi o religiosi in possesso di qualificazione riconosciuta dalla Conferenza episcopale italiana in attuazione del can. 804, par. 1, del Codice di Diritto Canonico e attestata dall’ordinario diocesano.

L’insegnamento della religione cattolica può essere altresì impartito da insegnanti della sezione o della classe purché in possesso di uno specifico master di secondo livello per l’insegnamento della religione cattolica approvato dalla Conferenza Episcopale Italiana.

Ricordiamo che la modificata fu apportata per adeguarsi agli standard europei in materia dei titoli accademici. Per approfondire, potete consultare il documento dell’intesa.