doocenti.it

Concorso Scuola Straordinario – Aggiornamenti Graduatoria 2020: le Novità

24 cfu concorso straordinario

Ieri è stato licenziato dalla Camera dei Deputati il Decreto Legislativo del 29 ottobre 2019 sulle misure straordinarie di reclutamento personale docente.

 

Adesso tale Decreto sarà preso in esame dal Senato che dovrà trasformarlo in Legge entro il 30 Dicembre 2019.

Con la lettura in Camera sono passati degli importanti emendamenti che hanno modificato alcuni requisiti sia per il Concorso Straordinario, sia per le Graduatorie di III fascia, sia per i docenti ITP. Vediamoli

Concorso Scuola Straordinario: le novità

Per quanto riguarda il Concorso Straordinario sono stati leggermente modificati i requisiti d’accesso.

I vecchi requisiti d’accesso erano:

  • titolo valido per accesso ad almeno una classe di concorso
  • 3 annualità di insegnamento tra gli a.s. 2011/2012 e 2018/2019.
  • 1 annualità su posto specifico

 

Questi requisiti sono stati sostituiti dai seguenti:

  • titolo valido per accesso ad almeno una classe di concorso
  • 3 annualità di insegnamento tra gli a.s. 2008/2009 e 2019/2020
  • 1 annualità su posto specifico

tra le annualità verranno considerate valide anche quelle svolte sul Sostegno senza essere in possesso della Specializzazione.

 

Per partecipare alla procedura di sostegno, il docente dovrà essere in possesso anche della Specializzazione sul Sostegno.

 

Potranno partecipare al concorso, ma solo al fine di ottenere esclusivamente l’abilitazione, ma non il ruolo:

  • I Docenti di scuola paritaria in possesso di almeno 3 annualità (di cui una su classe di concorso specifico)
  • I Docenti in possesso di 3 annualità di servizio misto (e.g. 2 nella scuola paritaria 1 nella scuola pubblica)
  • I Docenti iscritti al TFA del Sostegno IV ciclo (parteciperanno con riserva)
  • I Docenti che conseguiranno la terza annualità nell’a.s 2019/2020

 

III Fascia delle Graduatorie di Istituto: le novità

Grazie a questa legge è stato approvato anche l’emendamento per la riapertura della III fascia ai nuovi inserimenti.

La III fascia, infatti, era stata chiusa dalla Legge Buona Scuola, poi era stata straordinariamente riaperta nel 2017 e lo sarà anche nel 2020.

Così, contestualmente agli aggiornamenti previsti per Giugno 2020, i docenti e gli aspiranti docenti non ancora iscritti potranno farlo. L’emendamento però ha cambiato i requisiti richiesti all’atto dell’iscrizione.

Questi sono:

  • il possesso di una laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento che dia l’accesso ad almeno una classe di concorso
  • il possesso nel piano di studi di tutti gli esami previsti dal MIUR per la classe di concorso 
  • il possesso della certificazione 24 CFU in Discipline Antropo Psico-Pedagogiche e Metodologie Didattiche

Questi sono requisiti validi solo per i nuovi inserimenti, mentre i docenti già iscritti in graduatoria procederanno solo con l’aggiornamento del punteggio.

Per quanto riguarda i docenti che vorranno aggiungere nuove classi di concorso, queste “aggiunte” verranno considerate come nuovi inserimenti e perciò necessiteranno dei requisiti elencati prima.

Docenti ITP: le novità

Per quanto riguarda i docenti ITP sono state introdotte novità sostanziali sia per quanto riguarda i concorsi, sia per quanto riguarda i nuovi inserimenti in III fascia.

I docenti ITP potranno partecipare al Concorso Straordinario se saranno in possesso di:

  • Diploma che dia accesso ad almeno una classe di concorso
  • 3 annualità di insegnamento tra gli a.s. 2008/2009 e 2019/2020 (anche sul sostegno, o in istituto paritario o servizio misto)
  • 1 annualità su posto specifico

Per quanto riguarda il Concorso Ordinario, i docenti ITP parteciperanno con il solo Diploma, ma fino all’anno accademico 2024/2025.

 

Sono cambiati, i requisiti degli ITP che regolano l’accesso alle graduatorie di III fascia e al prossimo TFA Sostegno.

 

Per quanto riguarda i nuovi inserimenti in III fascia, agli ITP sarà richiesto il possesso di:

  • Diploma che dia accesso ad almeno una classe di concorso
  • Laurea (triennale, magistrale, specialistica, vecchio ordinamento)
  • Il possesso della certificazione 24 CFU in Discipline Antropo Psico-Pedagogiche e Metodologie Didattiche

I docenti ITP già inseriti non avranno invece bisogno dei 24 CFU.

 

Gli stessi requisiti verranno richiesti ai docenti ITP che vorranno partecipare al prossimo ciclo del TFA Sostegno, previsto per il 2020.

 

24 CFU requisito fondamentale  per la carriera di insegnante

Dagli ultimi emendamenti è chiara la volontà del Ministero di rendere la professione docente una professione specializzata e i 24 CFU in Discipline Antropo Psico-Pedagogiche e Metodologie Didattiche sono divenuti il primo passo che ogni docente deve compiere se desidera una carriera nel mondo della scuola.

 

Grazie ai 24 CFU sarà possibile iscriversi in III Fascia, sarà possibile partecipare ai concorsi a cattedra e alle prove selettive per il TFA Sostegno.

 

Ottieni più informazioni sui 24 CFU