doocenti.it

CONTRATTI DOCENTI: GLI AUMENTI PREVISTI PER OGNI ORDINE E GRADO

Dopo avervi chiarito quanto guadagna un docente e indicato in modo schematico la tabella stipendi, compresi gli scatti di anzianità, affrontiamo un altro tema caldo relativo ai contratti docenti, ovvero agli aumenti previsti nelle scuole per ogni ordine e grado.

Il rinnovo contratto insegnanti statali porterà ad aumenti stipendiali di cui i docenti hanno bisogno. I compensi degli insegnanti di certo non sono noti per essere tra i più alti a livello europeo e la ministra Fedeli sembra essere attenta a questa esigenza che fa capo ai contratti docenti. Si dovrebbe trattare di un aumento di 85 euro lordi.

Sul rinnovo contratto scuola 2017 ultime notizie queste sono le più recenti dichiarazioni della Fedeli: ‘Siamo molto vicini al rinnovo del contratto per gli insegnanti. Non si tratta di far fare loro pace con il governo, ma di un riconoscimento sociale ed economico’.

Il discusso aumento degli 85 euro dovrà essere integrato con bonus Renzi e gli altri benefit.

Contratti docenti: ecco quanto percepiranno

contratti docenti riceveranno 85 euro lordi. Un aumento che va così analizzato:

  • sono in generale 45 euro netti medi spalmati su un triennio ( 2016 -18 ),  quindi l’aumento sarà al 100% solo a fine 2018,
  • 25 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
  • 35 euro netti per Infanzia e Primaria,
  • 45 euro netti per i docenti di scuola Media,
  • 55 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado.

Considerando una distribuzione lineare sui tre anni dell’aumento stipendiale avremo i seguenti importi annuali ( valori numerici che devono poi essere moltiplicati per le 12 mensilità):

  • 33 euro netti per gli ATA (direttore dei servizi escluso),
  • 66 euro netti per Infanzia e Primaria,
  • 15 euro netti per i docenti di scuola Media,
  • 33 euro netti per la scuola Superiore di secondo grado.

Inoltre, a questo bisogna aggiungere il compenso per merito di cui più volte ha parlato la Fedeli,non sarà percepito da tutti, ma sarà riservato ai docenti migliori. I criteri verranno indicati, cercando di trovare condivisione di intenti con i sindacati.