doocenti.it

ECCO COME ISCRIVERSI AL FIT SENZA SUPERARE IL CONCORSO

Dopo aver fatto il punto sul FIT, non tutti sanno che c’è la possibilità di iscriversi al FIT anche senza superare il concorso, infatti, bisogna fare riferimento all’art. 15 del decreto n. 62/2017. Gli insegnanti che sono in possesso di tutti i requisiti per l’accettazione, anche senza la partecipazione al concorso, potranno iscriversi al primo anno del percorso di formazione, conseguendo così il titolo abilitante. 

FIT come iscriversi per l’abilitazione


Il FIT scuola permette di conseguire due tipi di abilitazione:

  • abilitazione all’insegnamento sulla classi di concorso per la quale si concorre;
  • abilitazione sulle attività didattiche sul sostegno.

L’iscrizione al FIT sarà possibile sempre tenendo presente il numero dei posti messi a disposizione, inoltre, bisognerà aver svolto almeno tre anni di servizio nella classe di concorso per la quale si richiede l’iscrizione con un contratto di almeno 9 h. Gli insegnanti, quindi, verrebbero accettati in soprannumero, tenendo presente la disponibilità autorizzata dal Ministero nei confronti delle diverse università.

Gli insegnanti interessati ad iscriversi al FIT senza partecipare al concorso a cattedra dovranno sostenere una prova strutturata dagli Atenei. Va precisato che ciò permetterà di poter insegnare solo nelle scuole paritarie, in questo modo, si potrà conseguire l’abilitazione su sostegno o su posto comune anche per i candidati che non riusciranno a superare le prove del concorso scuola.

Questa, quindi, che agli occhi di molti poteva essere vista come uno escamotage, permette essenzialmente ai docenti delle paritarie di continuare ad insegnare in questo ambito, conseguendo il titolo abilitante; inoltre, il corso di specializzazione è a proprie spese a differenza dei vincitori del concorso che accederanno gratuitamente al FIT (formazione iniziale e tirocinio). Il diploma di specializzazione non consente di insegnare nelle scuole statali, per farlo, occorre vincere il concorso, inoltre, non offre dei vantaggi qualora si volesse partecipare a successivi concorsi a cattedra.