doocenti.it

GRADUATORIE DOCENTI: COME FUNZIONANO

Iscriversi alle graduatorie docenti è molto importante, perché gli Uffici Scolastici le utilizzano per le nomine; in base ad esse i docenti vengono assunti con contratto a tempo indeterminato o con contratto a tempo determinato, quindi anche per supplenze lunghe o brevi.

Le graduatorie docenti si suddividono in:

  • graduatorie ad esaurimento (GaE): come suggerisce la denominazione non è più possibile iscriversi dal 2008, destinate quindi ad esaurirsi;
  • graduatorie di merito di cui fanno parte solo i vincitori di concorsi a cattedra;
  • graduatorie di istituto, che sono a loro volta tripartite.

Ogni anno, in base ai posti statali disponibili, si attinge dalle GaE e dalle graduatorie di merito per assegnare le cattedre e assumere i docenti con contratto a tempo indeterminato. L’assegnazione delle cattedre avviene al 50% dalle GaE e al 50% per gli iscritti alle graduatorie di merito; in questo modo, i docenti precari diventano finalmente docenti di ruolo.

Graduatorie docenti: le graduatorie di istituto come vengono strutturate

Le graduatorie di istituto, come abbiamo anticipato sopra, si suddividono in tre fasce:

  • I fascia: rientrano tutti i docenti iscritti a pieno titolo o con riserva nelle GaE di I, II o III fascia;
  • II fascia: sono presenti i docenti in possesso dell’abilitazione;
  • III fascia: ci sono i docenti che hanno il titolo di studio valido per l’accesso alla classe di concorso, ma che non sono in possesso dell’abilitazione.

È il Dirigente Scolastico a nominare in base alle graduatorie docenti, ovvero di istituto, il docente supplente, infatti, quest’ultimo può essere contattato per supplenze annuali, fino al termine delle attività didattiche (30 giugno) e per posti d’insegnamento vacanti e disponibili entro la data del 31 dicembre.

Accade spesso che i posti vacanti dopo il 31 dicembre rimangano tali anche successivamente, in quanto si è esaurita la corrispondente graduatoria.

Anche per le supplenze temporanee e per supplenze post 31 dicembre vengono utilizzate le graduatorie.

Questo significa che, per coloro che non si trovano iscritti in nessuna delle graduatorie docenti, l’unico modo per poter insegnare è inviare la domanda di messa a disposizione; è il caso ad esempio dei neo laureati o docenti non abilitati.