doocenti.it

Messa a Disposizione con Laurea Triennale

Sono in molti gli aspiranti docenti in possesso di una laurea triennale che si domandano se sia possibile inviare la domanda di Messa a Disposizione essendo in possesso solo di questo titolo.

Cerchiamo quindi di dare una risposta a questa domanda.

Messa a Disposizione con Laurea Triennale: è possibile inviarla

La domanda di Messa a Disposizione prevede come requisiti per l’invio l’essere in possesso di una Laurea o di un Diploma.

Sebbene nel caso del laureato, sia apreferibile il possesso di una laurea magistrale o specialistica o vecchio ordinamento, è anche permesso a chi è in possesso di una laurea triennale di inoltrare la MAD.

Messa a Disposizione con Laurea Triennale: quali tipologie di MAD è possibile inviare?

Con la laurea triennale si possono inviare ben 3 tipologie di domanda di Messa a Disposizione

  1. MAD per personale ATA
  2. MAD classica
  3. MAD sostegno

Per quanto riguarda la MAD classica e quella sul sostegno è necessario fare due puntualizzazioni.

Messa a Disposizione con Laurea Triennale: la MAD classica

Per inviare una MAD classica con laurea triennale è fortemente consigliato scrivere nelle note di non essere ancora in possesso del titolo abilitante alle classi di concorso, ma di essere comunque disponibili a ricoprire incarichi di supplenza per quelle classi di concorso compatibili con il percorso di laurea.

Per esempio, un laureato triennale in matematica, nella sua domanda di Messa a Disposizione non indicherà mai come classi di concorso l’A-13 (latino e greco) o la A-46 (discipline giuridico-economiche), ma si orienterà su delle classi di concorso come l’A-20 (Fisica) o l’A-26 (Matematica).

Messa a Disposizione con Laurea Triennale: la MAD sostegno

Per la MAD sostegno, invece, sarebbe richiesto il titolo di specializzazione, ma è possibile presentare domanda di Messa a Disposizione sul sostegno anche se si è sprovvisti di tale titolo.

La situazione sui posti di sostegno è molto complicata e difficile: gli insegnanti specializzati disponibili non bastano a coprire tutti i posti di sostegno vacanti e le scuole e i dirigenti scolastici sono costretti, onde evitare il disagio di non poter fornire una continuità didattica, a pescare i docenti di sostegno anche tra i non specializzati con laurea triennale che hanno presentato la Messa a Disposizione sostegno.