doocenti.it

MESSA A DISPOSIZIONE CORSI DI RECUPERO: TUTTI I DETTAGLI

La messa a disposizione corsi di recupero può essere indirizzata alle scuole secondarie di II grado. Sono i consigli di istituto che decidono la durata e i tempi del corso, considerando anche che lo studente dovrà avere un tempo congruo per prepararsi alla verifica. Sarà poi il Dirigente Scolastico ad organizzare nel modo più efficace possibile un piano di studi, sempre nel rispetto degli altri organi della scuola.

L’ O.M. 92/2007 indica una durata di almeno 15 ore. Si tratta tuttavia di un’indicazione puramente orientativa volta a fornire omogeneità ed efficacia al corso di recupero stabilito; non ci sono indicazioni circa un numero minimo o massimo di studenti per l’attivazione di questi corsi, né un numero massimo o minimo di corsi che si possono attivare.

La  domanda messa a disposizione per i corsi di recupero estivi, in realtà, può essere inviata tutto l’anno, perché non c’è nessuna differenza tra corsi di recupero attivati dopo lo scrutinio finale e quelli invece che si realizzano durante l’anno.

Ogni istituzione scolastica deciderà in base ai propri principi di efficacia e di efficienza.

MESSA A DISPOSIZIONE CORSI DI RECUPERO: COSA SAPERE

La messa a disposizione corsi di recupero quando inviarla? In realtà c’è l’idea che questa domanda di messa a disposizione vada inviata solo in primavera per i corsi di giungo e luglio o al massimo nei mesi antecedenti a marzo ed aprile, visto che possono svolgersi anche in questo periodo.Nelle attività di sostegno e di recupero vengono prima valutati i docenti che già lavorano nell’istituto e che hanno presentato domanda, successivamente vengono valutate le MAD scuola.

Messa a disposizione corsi di recupero: compenso

Il compenso previsto è di 50 euro per ore aggiuntive. Gli eventuali esperti esterni, qualora non si tratti di personale appartenente al comparto scuola, sono destinatari di contratti di prestazione d’opera con le modalità previste dall’articolo 40 del Decreto Interministeriale 1 febbraio 2001, n. 44, Regolamento concernente le”Istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche”.

Le attività di sostegno per gli alunni in difficoltà diapprendimento o eventuali altri interventi vengono retribuiti con 35 euro all’ora.

Invia ora la tua messa a disposizione

 

COMPILA SUBITO LA TUA MESSA A DISPOSIZIONE