doocenti.it

MESSA A DISPOSIZIONE PERSONALE ATA

Che cos’è la domanda di Messa a Disposizione?

La domanda di Messa a Disposizione (MAD) è un’istanza informale con la quale un soggetto contatta un ente pubblico. È uno strumento utilizzato soprattutto in ambito scolastico, sfruttato non solo dai docenti, ma anche dal personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario che lavora nella scuola – il cosiddetto personale ATA.

La MAD è un’istanza con la quale l’aspirante si presenta a un potenziale datore di lavoro per ottenere un contratto a tempo determinato; nel caso del personale ATA, la domanda di Messa a Disposizione è una sorta di curriculum nel quale vengono presentati tutti i requisiti posseduti dal candidato; tale curriculum viene presentato a un istituto scolastico e analizzato dal dirigente.

Di cosa si occupa il personale ATA? «Il personale amministrativo, tecnico e ausiliario statale degli istituti e scuole di istruzione primaria e secondaria, degli istituti d’arte, dei licei artistici, dei conservatori di musica, delle accademie di belle arti, dell’accademia nazionale di danza, dell’accademia nazionale d’arte drammatica, delle istituzioni educative e degli istituti e scuole speciali statali, assolve alle funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza connesse all’attività delle istituzioni scolastiche, in rapporto di collaborazione con il capo di istituto e con il personale docente.» (CCNL Scuola 1998-2001) Al personale ATA, dunque, sono affidate le mansioni amministrative, gestionali, strumentali e operative della scuola

Le figure professionali che rientrano nel gruppo ATA lavorano a stretto contatto con i dirigenti scolastici e con i professori. Solitamente il personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario viene selezionato tramite un apposito concorso pubblico, ma poiché spesso è necessario reclutare nuovo personale per sostituire un lavoratore assente, la scuola può ricorrere all’esame delle domande di Messa a Disposizione pervenute e selezionare la figura che ritiene più idonea a supplire all’assenza di personale.

I profili professionali del personale ATA

Sono diverse le figure che rientrano all’interno del macro-gruppo “personale ATA”. Di seguito vedremo nel dettaglio i diversi profili professionali, raggruppati in quattro aree e per ogni profilo indicheremo le mansioni attribuitegli e i requisiti necessari per svolgere la funzione di riferimento.

Area A – Collaboratore scolastico

Il collaboratore scolastico può trovare impiego presso tutti gli istituti ed è l’addetto ai servizi generali della scuola. Si occupa dell’accoglienza, della sorveglianza e dell’assistenza degli alunni, della pulizia degli spazi scolastici e degli arredi, della custodia e della sorveglianza dei locali della scuola. Deve possedere uno dei seguenti titoli di studio: diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale; diploma di maestro d’arte; diploma di scuola magistrale per l’infanzia; diploma di maturità; attestati e/o diplomi di qualifica professionale, della durata di tre anni, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.

Area As – Collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria

Il collaboratore scolastico addetto all’azienda agraria è l’addetto alle aziende agrarie. Trova impiego nelle scuole con indirizzo agrario o forestale. Deve necessariamente possedere il diploma di qualifica professionale di operatore agri-turistico o di operatore agroindustriale o di operatore agro-ambientale.

Area B – Assistente amministrativo

L’assistente amministrativo è colui che si occupa dell’amministrazione. Deve avere una specifica preparazione professionale e saper utilizzare gli strumenti informatici. Deve essere in possesso, almeno, del diploma di maturità.

Area B – Assistente tecnico

L’assistente tecnico si occupa della parte tecnologica della scuola e garantisce l’efficienza e la funzionalità dei laboratori. Deve possedere un diploma di maturità che dia accesso ad almeno un’area di laboratorio.

Area B – Cuoco

Il cuoco lavora nelle mense scolastiche. Deve essere in possesso del diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore cucina.

Area B – Infermiere

Deve necessariamente possedere la Laurea in Scienze Infermieristiche o comunque titoli validi a svolgere tale professione.

Area B – Guardarobiere

Il guardarobiere trova impiego nelle scuole con convitto.

Area C – Coordinatore amministrativo

Il coordinatore amministrativo si occupa della parte amministrativa ed economica. È a capo degli addetti dell’area B.

Area C – Coordinatore tecnico

Il coordinatore tecnico svolge servizi tecnici nell’area di riferimento a lui assegnata e coordina il lavoro di molti addetti afferenti all’area B.

Area D – Direttore dei servizi generali e amministrativi

Il direttore dei servizi generali e amministrativi è a capo dei servizi generali amministrativo-contabili e organizza le attività di tutto il personale ATA. Deve possedere una laurea fra le seguenti: Giurisprudenza, Scienze Politiche Sociali e Amministrative, Economia e Commercio (o titoli ad essi equivalenti).

Perché presentare la propria domanda di Messa a Disposizione? Le scuole sono costantemente alla ricerca di personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario. È vero che esistono le apposite graduatorie per il personale ATA, ma spesso si esauriscono; il Dirigente scolastico che si trova ad affrontare questa situazione può dunque fare affidamento sulle MAD presentate all’Istituto.

Quando inviare la propria MAD? La MAD è uno strumento estremamente vantaggioso perché non è soggetta a delle scadenze temporali. Chi è interessato alle figure professionali precedentemente indicate può presentare la propria domanda di Messa a Disposizione durante tutto l’anno e in tutte le province italiane che preferisce.