doocenti.it

Quando inviare la messa a disposizione: i periodi migliori

La domanda di Messa a Disposizione consente un incontro diretto tra i dirigenti scolastici e chi aspira a ricoprire un incarico nel mondo della scuola. Inviare la propria Messa a Disposizione nei periodi giusti può incrementare di molto le possibilità di ottenere  che si desidera.

Quando inviare la messa a disposizione: ci sono scadenze?

La domanda di Messa a Disposizione non ha limiti o scadenze di invio e può essere inoltrata durante tutto l’anno scolastico, però grazie alla nostra esperienza nel campo abbiamo potuto notare, dai riscontri dei clienti stessi, la presenza di periodi più fruttuosi per l’invio della MAD. 

Ma ora spieghiamo il perché  “fasce temporali calde” aumentino di molto le possibilità di ricevere una chiamata dalle scuole.

Quando inviare la messa a disposizione: i periodi migliori

Per quanto riguarda il primo periodo, questo è quello che precede di poco l’inizio dell’anno scolastico. Come è noto a tutti, solitamente l’anno scolastico inizia a settembre, ma la scuola convoca il corpo insegnanti nelle ultime settimane di agosto, ricorrendo prima alle graduatorie e poi, qualora queste non siano sufficienti, facendo riferimento a tutte le domande di Messa a Disposizione pervenute. Tenendo presente ciò, possiamo collocare il primo tra i migliori momenti per l’invio della MAD tra il 10 e il 20 di agosto, di modo che le segreterie scolastiche, in pieno reclutamento insegnanti, riescano a organizzare e catalogare le domande di Messa a Disposizione arrivate e averle belle pronte per l’assegnazione degli incarichi scoperti. Questo periodo prosegue anche per i mesi di settembre e  di ottobre, poiché spesso le cattedre disponibili non riescono ad essere assegnate nei tempi stabiliti e rimangono scoperte in attesa di un supplente.

Il secondo periodo invece, coincide con il rientro dalle vacanze natalizie. Questo perché moltissimi insegnanti richiedono dei congedi parentali per trascorrere qualche settimana in più con i propri cari e inoltre, in questo periodo, le scuole iniziano ad attivare corsi di recupero per gli studenti che hanno mostrato nel primo quadrimestre delle carenze in alcune materie. Il rientro dalle vacanze natalizie è dunque critico per le scuole ed è proprio in questo periodo che riprende in maniera metodica la ricerca di supplenti che prendano non solo supplenze sulle cattedre vacanti, ma anche sui corsi di recupero attivati. Per dare degli estremi temporali, il mese caldo per inviare la Messa a Disposizione è Gennaio

Il terzo periodo di invio MAD è la fine dell’anno scolastico. Questo per lo stesso discorso di prima: l’attivazione dei corsi di recupero estivi. Infatti, la fine della scuola non è una “liberazione” per tutti gli studenti; mentre i meritevoli si godono i loro 3 mesi di vacanza, gli studenti che durante l’anno sono stati più scansafatiche, si ritrovano con debiti formativi che dovranno essere saldati con esami riparatori prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Le scuole allora, onde evitare una bocciatura gratuita e al fine di far recuperare a questi studenti le lacune possedute, organizzano corsi di recupero estivi che vengono affidati a docenti, per lo più, convocati grazie alla Messa a Disposizione. Sempre per fornire delle date indicative, si può dire che tra il maggio e giugno ricade questo terzo periodo di invio delle domande di Messa a Disposizione.

1 – Tra il 10 e il 20 di agosto

per l’inizio dell’anno scolastico

2 – Settembre e Ottobre

poiché il problema delle cattedre vacanti persiste

3 – Gennaio

per l’elevato numero di congedi parentali e l’avvio dei corsi di recupero del primo quadrimestre

4 – Fine maggio

per l’avvio dei corsi di recupero estivi

Ora che hai individuato i periodi in cui la ricerca di personale docente è maggiore, non devi dar altro che procedere con l’invio della tua domanda di Messa a Disposizione online.

 

COMPILA SUBITO LA TUA MESSA A DISPOSIZIONE