doocenti.it

TFA Sostegno. Pubblicato il Decreto per l’attivazione del Corso di Specializzazione Sostegno

Concorso Scuola Straordinario 2019

Atteso da molti docenti e aspiranti docenti, è uscito il bando per il corso di Specializzazione sul Sostegno.

Il Ministro Bussetti ha appena emanato il bando con il quale si sancisce l’avvio dei corsi di specializzazione sul sostegno previsto per l’anno accademico 2018/2019.

Corso Specializzazione Sostegno: requisiti d’accesso.

Per la scuola dell’infanzia e la primaria sono requisiti d’accesso

  • il Diploma Magistrale (conseguito entro l’anno 2001/2002)
  • Laurea in Scienze della formazione primaria

Per la scuola Secondaria di Primo e Secondo Grado  sono requisiti d’accesso

  • Laurea + 24 CFU
  • Laurea + 36 mesi di servizio
  • Laurea + abilitazione 

Corso Specializzazione Sostegno: prove pre-selettive

Cosi come indicato all’articolo 3 comma 2 del Decreto 92 del 2019, per accedere al corso di Specializzazione Sostegno si dovrà sostenere un test di preselezione, composto da 60 domande a risposta multipla della durata di 2 ore.

il test di preselezione è nazionale e si svolgerà presso le università in due date

  • mattina del 28 marzo 2019 prove scuola dell’ infanzia, pomeriggio del 28 marzo 2019 prove scuola primaria;
  • mattina del 29 marzo 2019 prove scuola secondaria I grado, pomeriggio del 29 marzo 2019 prove scuola secondaria II grado.

sulla base dei risultati verrà stilata una graduatoria che consentirà ai docenti di accedere alla prova scritta e a quella orale, il cui superamento decreterà l’ingresso vero e proprio al Corso di Specializzazione. 

Corso Specializzazione Sostegno: posti disponibili e durata

I posti disponibili in tutta Italia sono 14.224 e il Corso si concluderà nel mese di febbraio 2020.

L’urgenza del Ministero di colmare i tantissimi posti sul sostegno ancora vuoti, si nota nella frettolosità di queste manovre e nella necessità di avviare quanto prima i Corsi che formino insegnanti Specializzati da inserire nel mondo della scuola.

Ad oggi i Dirigenti Scolastici, pur di non lasciare vacanti queste posizioni, sono costretti ad affidare questi incarichi anche a docenti e neolaureati sprovvisti della specializzazione e che hanno presentato la Messa a Disposizione sul sostegno.

Compila la tua Messa a Disposizione Sostegno