MESSA A DISPOSIZIONE SOSTEGNO

Compila e invia la tua domanda di messa a disposizione su sostegno e ottieni incarichi di supplenza.
Garanzia di invio a centinaia di istituti a partire da € 19,00

COMPILA LA TUA DOMANDA
insegnante messa a disposizione sostegno

Come ottenere incarichi di supplenza sul sostegno

Ottenere incarichi di supplenza su posti di sostegno è possibile non solo per coloro che sono in possesso dell'abilitazione o della specializzazione, ma anche per coloro che non possiedono tali titoli.

Logicamente, i primi ad essere contattati dalle scuole saranno coloro in possesso di specializzazione/abilitazione presenti in GaE; verranno di seguito contattati gli iscritti alle graduatorie di istituto di prima, seconda e terza fascia, gli iscritti in graduatorie delle scuole viciniori e coloro che hanno presentato domanda di Messa a Disposizione.

Gli incarichi di sostegno nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria vengono assegnati basandosi sulle graduatorie di posto comune; gli incarichi di sostegno nella scuola secondaria, invece, vengono assegnati attraverso lo scorrimento incrociato delle GI, secondo l'ordine di fascia.

Coloro che hanno conseguito il titolo di specializzazione per il sostegno hanno la precedenza su tutti coloro che non lo possiedono; questo significa che anche chi non è iscritto in nessuna graduatoria ma è in possesso di un titolo abilitante al sostegno ha la precedenza su coloro che appartengono a una graduatoria ma non lo possiedono. Ovvero: il docente specializzato che si candida attraverso MAD avrà la priorità rispetto a un docente non specializzato iscritto nelle graduatorie di istituto.

È dunque possibile ottenere incarichi sul sostegno grazie all'invio della domanda di Messa a Disposizione.

MESSA A DISPOSIZIONE SOSTEGNO

Può inviare la propria candidatura chiunque, anche chi non è in possesso di un'abilitazione o di una specializzazione sul sostegno.

Gli incarichi su posti di sostegno sono assegnati prima rispetto a quelli sul posto comune, sia per la necessità di garantire il docente di sostegno all'alunno disabile sia per le particolari modalità di individuazione degli aspiranti e conferimento delle supplenze medesime. Ciò significa che chi si candida per tale posizione, a settembre potrà essere tra i primi ad essere contattati dalle scuole.

Ricordiamo che il periodo migliore per inviare la propria candidatura tramite MAD è quello che comincia a partire dalla terza settimana di agosto e finisce a fine settembre; buone prospettive di lavoro sono offerte anche dal periodo immediatamente precedente alle vacanze natalizie. L'invio della propria candidatura, comunque, può essere effettuato durante tutto l'anno scolastico senza nessuna limitazione.

Nonostante ciò il MIUR ha diramato una nuova circolare n. 37381 del 29/08/2017, che fornisce istruzioni operative in materia di attribuzione su supplenze del personale docente e ATA per l'anno scolastico 2017/2018. In particolare fa riferimento alle domande di Messa a Disposizione per incarichi di sostegno ad una sola provincia, ma nella pratica non esiste alcun decreto che pone un limite all'invio di queste candidature spontanee.

Dunque la domanda di Messa a Disposizione può essere presentata in qualsiasi provincia italiana da tutti, sia dagli iscritti in Graduatoria di Istituto (GI) sia dai non iscritti, sia dagli abilitati all'insegnamento sia dai non abilitati, sia da coloro che possiedono una specializzazione sul sostegno sia da coloro che non la possiedono.

LA TUA MESSA A DISPOSIZIONE SULL'ELENCO NAZIONALE SUPPLENTI

La tua domanda di Messa a Disposizione, una volta validata dai nostri consulenti ed inviata alle scuole, verrà caricata gratuitamente sulla piattaforma "Elenco Nazionale Supplenti", l'unico strumento che attaulmente gli istituti di ogni ordine e grado utilizzano per gestire le domande di Messa a Disposizione. Ti garantirà la visibilità della tua domanda per l'intero anno scolastico al sicuro da eventuali ed erronei smarrimenti da parte delle segreterie. Le candidature verranno gestite in ordine di presentazione delle domande come richiesto dalle direttive.
La tua MAD sarà visibile non soltanto alle scuole statali, ma anche a quelle private, a quelle paritarie e ai centri di formazione professionali. È evidente che in questo modo potrai farti conoscere da un numero molto più ampio di istituti e aumentare in maniera esponenziale le possibilità di convocazione.
A breve, l'Elenco Nazionale Supplenti darà la possibilità di gestire autonomamente il tuo profilo, potrai aggiornare e modificare la tua MAD ogni volta che lo riterrai opportuno.